loading...

Vince Musumeci in Sicilia…Berlusconi non si arrende mai…Ecco le novità del centrodestra…

loading...

 

 

In Sicilia vince Nello Musumeci, candidato del centrodestra. Candidato di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni sfiora il 39% e distacca il grillino Giancarlo Cancelleri, inchiodato poco sopra al 35% per cento.

Perdita amara per il movimento cinque stelle, che aveva provato in tutti i modi a vincere in Sicilia, con l’aiuto di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

Purtroppo, camminando senza nessuna coalizione il risultato è questo. Sconfitta netta per il partito democratico e i piccoli partiti di sinistra.

Il candidato di sinistra ha toccato poco sopra il 6% ed guerra all’interno del Partito Democratico. Tra i più puntati a questo disagio vi è Matteo Renzi.

Su liberoquotidiano leggiamo

Ma il dato politico più interessante di questa tornata elettorale è quello che arriva dal centrodestra. In primis perché “uniti si vince”: questo paradigma, infatti, potrebbe – dovrebbe – essere traslato a livello nazionale. Ora più che mai, perché la Sicilia è una prova di ciò che Berlusconi dice da tempo. Già, il Cavaliere.

Se il centrodestra e Musumeci hanno vinto, lui ha trionfato. Questo perché Musumeci è un candidato che ha voluto più di tutti e alla fine imposto. Un candidato che è riuscito a battere il M5s, fino a poche settimane fa dato come probabile trionfatore al voto in Sicilia.

loading...

Ma sul trionfo di Berlusconi non è tutto. Il leader di Forza Italia vince anche perché vincono i “moderati”: nel dualismo con Salvini, all’interno di una possibile coalizione, ora il peso di Berlusconi cresce, inesorabilmente. E cresce anche perché il Cav, a differenza di tutti gli altri leader dei principali partiti, in questa campagna elettorale ci ha messo tutto, spendendo fino all’ultima goccia di energia.

Un messaggio chiarissimo in vista del voto nazionale in primavera. Un messaggio agli alleati: al centro, insomma, ci resta sempre Berlusconi. Che forse non potrà essere candidato a causa della disgraziata legge Severino. Ma ora, il Cav, più di tutti appare come l’uomo forte, quello legittimato a dettare la linea. Ancora una volta.

Foto Credit: tribupress

 

Fonte: https://adessobasta.org/

loading...

Leave a Reply