loading...

SI SPOSA CON UN’IMMIGRATA, LEI SI FA INTESTARE TUTTO, POI LO BUTTA FUORI DI CASA!

loading...

 

UN FURGONE COME CASA, UN MATERASSO, UNA COPERTA, DEGLI SCATOLONI CON DENTRO I VESTITI E UNA CORDA DA PACCHI PER STENDERE I PANNI. ECCO COSA È RIMASTO A VINCENZO FEDELE 66 ANNI DI PARABIAGO.

loading...
“Vivo in un furgone da 3 mesi e la disperazione adesso è più grande di qualsiasi pudore – dice Vincenzo – Non ce la faccio più. Sono dimagrito dieci chili. Vado a mangiare a casa di qualche amico che non mi ha voltato le spalle, ma è il dolore che sto provando che mi uccide”.*
Questo calvario ebbe iniziato lo scorso 28 maggio quando da allora non ha più rimesso piede nella sua casa, abitazione che ha intestato alla moglie di origine moldava, ed è andato a vivere nel suo vecchio furgone: “Mi sono rinchiuso qui dentro per un fatto che non ho mai commesso –racconta Vincenzo – Dopo 13 anni insieme, di cui dieci di matrimonio, alla fine di maggio ho avuto un grossolitigio con i suoi due figli (si è sposato con la donna in seconde nozze dopo la morte della prima consorte), il ragazzo di 23 anni e la sorella di 20 che ho amato e cresciuto come fossero miei. E lei ha sporto così una denuncia contro di me con l’assurda accusa di averla molestata sessualmente quando era bambina, dieci anni fa. La mia vita è stata drasticamente stravolta dall’oggi al domani».Momentaneamente il processo su tale vicenda non è ancora iniziato e nell’attesa che le autorità giudiziarie diano la sentenza, la casa è stata occupata da moldavi: “Sono incensurato – aggiunge Vincenzo – e ho condotto una vita di sacrifici. Ora mi ritrovo senza più nulla. A distanza di dieci anni e senza mai alcun sentore in casa, c’è chi mi accusa di un qualcosa di così infamante. Un fulmine a ciel sereno. Sono stato quindi ripudiato. Respinto. Allontanato. Sto cercando di reagire, ma non è facile. Rivolgo ora un accurato appello per qualsiasi offerta di lavoro”.

“Ogni giorno spero di svegliarmi al accanto a mia moglie, e capire che è stato tutto un brutto sogno. ”

loading...

Leave a Reply