Quest’operaio fa un buco in un muro. 2 min dopo corre urlando per la strada.

 

Alcune persone conservano in cantina le bottiglie di vino o collezionano i cimeli dei nonni. Ma in Turchia un uomo vi ha scoperto addirittura una città intera, che nessuno conosceva. È successo nel 1963 a Derinkuyu, nella provincia di Nevşehir, nota anche come Cappadocia. Dal momento che la vecchia casa era in fase di ristrutturazione, gli operai hanno abbattuto un muro nel seminterrato portando così alla luce una stanza che nessuno immaginava fare parte della casa. Quando poi gli operai vi si sono introdotti, hanno scoperto non una stanza soltanto, ma un’intera città!

La città sotterranea di Derinkuyu è stata scoperta per la prima volta sotto questa casa. Da allora, sono stati rinvenuti 8 livelli complessivi. La maggior parte di questi sono per lo più zone destinate alle abitazioni ma, come ogni città, anche questa aveva locali per il deposito di alimenti, per le cucine, le stalle, e ancora era provvista di una chiesa e di stanze per la preparazione del vino.

Anche gli animali domestici vivevano nel sottosuolo. Uomini e animali potevano sopravvivere, senza morire asfissiati, grazie alla costruzione di un complesso sistema di ventilazione. Gli archeologi presumono che almeno 20.000 persone avrebbero potuto vivere in questi spazi e credono di aver scoperto solo un quarto del complesso originale.

Gli esperti suppongono che esistano più di 50 città simili a questa in Cappadocia. Derinkuyu è anche collegata a una di loro: si tratta della vicina città sotterranea di Kaymakli, raggiungibile attraverso un tunnel lungo 8 km.

Una delle molte teorie per giustificare l’esistenza di Derinkuyu è che la città sotterranea servisse come rifugio durante la persecuzione dei cristiani sotto l’impero ottomano. Pesanti porte di pietra, congegnate per essere chiuse prontamente e proteggere adeguatamente gli interni, sembrano confermare questa ipotesi.*

Altri archeologi, tuttavia, sostengono che Derinkuyu sia molto più antica e che sia stata costruita circa 4000 anni fa dagli Ittiti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *