LADRI ASSALTANO LA TRATTORIA. TITOLARE SCENDE CON UN FUCILE E NE UCCIDE UNO COSÌ

 

Claudio Cartaldo per ilgiornale.it

Un colpo di fucile nella sua trattoria violata dai ladri. Il ladro trovato cadavere a 300 metri dal locale.

Sono questi i particolari della tragedia avvenuta questa notte in una frazione di Casaletto Lodigiano (Lodi), dove una banda di ladri è stata scoperta dal proprietario della trattoria-bar di Gugnano che subito dopo ha aperto il fuoco con il suo fucile da caccia.

 

L’irruzione dei banditi

L’irruzione all’”Osteria dei amis” è avvenuta intorno alle 3 o le 4 di questa notte. Per entrare nell’osteria i ladri hanno usato l’ingresso dal retro, forzando la saracinesca e facendo irruzione nei locali per rubare sigarette e altri beni. È scattato però l’allarme. Il titolare, Mario Cattaneo, vive al piano superiore e stava dormendo. Svegliato di soprassalto dall’allarme, si è imemdiatamente precipitato disotto per difendere la sua proprietà portando con sé il fucile da caccia.

Ladro abbandonato in strada

Secondo quanto si apprende dalla prima ricostruzione fornita dall’uomo ai carabinieri, tra i ladri e il proprietario è iniziata una colluttazione alla fine dalla quale Cattaneo ha aperto il fuoco. Un colpo di fucile ha colpito uno dei tre banditi. Il corpo della vittima è stato trovato a circa 300 metri dal locale vicino al cimitero, seminudo e senza portafogli. È probabile che i complici lo abbiano abbandonato a bordo strada e gli abbiano tolto segni di riconoscimento. Forse per coprirsi la fuga. Il titolare dell’osteria invece è stato curato dagli operatori sanitari per le lievi ferite riportate ed è stato ascoltato dai carabinieri.

Leave a Reply