loading...

MASTELLA SENZA VERGOGNA: 10MILA EURO AL MESE DI VITALIZIO? HO MOGLIE, 3 FIGLI E 6 NIPOTI DA MANTENERE

loading...

 

“Ho rifiutato l’indennità da sindaco. I soldi che mi toccano come primo cittadino, che sono 4mila euro al mese, li do per un fondo a favore della povera gente”.

Così Clemente Mastella, ai microfoni di ‘La Zanzara’, la trasmissione radiofonica di Radio24, ha commentato la sua elezione a sindaco di Benevento, sostenuta dal centrodestra e ottenuta con il 63% dei voti.

“De Magistris quei soldi se li piglia – chiosa Mastella – Se ho 10 mila euro di vitalizio? Ho 6 nipoti, 3 figli, di cui una ragazza adottiva, mi volete togliere pure quelli? Così chiedo l’elemosina, vado alla Caritas pure io. Taglieranno i vitalizi? Se li tagliano, li tagliano”.

Ben al di là del suo Sannio dove, come ama ancora oggi ricordare, i Romani dovettero passare per le Forche Caudine. E’ il patrimonio umano e politico che ha permesso a Clemente Mastella di riscattarsi nella sua terra a otto anni dall’esplodere di una lunga serie di inchieste giudiziarie pesantissime che hanno colpito la sua famiglia (in primis la moglie Sandra Lonardo, all’epoca presidente del Consiglio regionale della Campania) e fatto dissolvere il piccolo partito dell’Udeur, per anni in grado di fare da ago politico della bilancia tra i poli di centrodestra e centrosinistra.

loading...

Giornalista professionista, passato stabilmente alla politica parlamentare, Mastella deve il suo successo a una tenacia che molti definirebbero “faccia tosta”. Non ha mai smesso di fare politica, quella vecchio stile, incontrando concittadini, ascoltandone i problemi quotidiani e accogliendoli nella sua villa di Ceppaloni. Nel 2008 lascia l’ambito ruolo di Guardasigilli “per amore della famiglia” ma non perde la passione per la politica. Dopo aver fatto cadere il secondo governo Prodi si sposta a destra e si presenta alle europee da indipendente nelle fila di Fi. Mentre un po alla volta le inchieste giudiziarie vanno avanti e arrivano i proscioglimenti, riprende a fare politica quotidiana nella sua Ceppaloni. Ne diventa primo cittadino per due mandati.

FONTE

loading...

Leave a Reply