Russia, Rom non pagano luce e gas: Putin manda i soldati e sono manganellate/ Video

 

Pugno duro della polizia russa contro zingari che rubano luce e gas

Pare che anche in Russia, gli zingari non vogliano pagare luce e gas e si attacchino alle forniture pubbliche.

Ma c’è una differenza, è tutta in questo video:
Scontri, ieri, tra un gruppo di zingari Rom e la polizia anti-sommossa russa, hanno avuto luogo nella regione di Tula, nel sud della Russia, dopo che le autorità hanno cercato di tagliare la fornitura di gas in un villaggio di zingari: che anche lì parassitano.

Ma a differenza nostra, lì molti rom sono stati arrestati dalla polizia, con le maniere cattive.

Non è la prima volta che la Russia di Putin mostra il pugno duro in queste situazioni. Putin ha saputo col tempo e la giusta tenacia, riuscire a eliminare tutti quegli elementi che destabilizzano la società, riportando ordine e legalità nelle difficili periferie russe.

La Russia ha mostrato sempre il pugno duro contro chi, appellandosi ad un’altra appartenenza, cercava di approfittarsi dello stato, o di trarre dei vantaggi a discapito degli altri.

 Gli zingari sono unpopolo che molto spesso passa la vita rubando o elemosinando, e creano non pochi problemi alle popolozioni che li ospitano, come nel caso di Roma ad esempio, o in tutto il nord italia, dove sono diventati una piaga tale da essere oggetto di dibattito nelle elezioni locali.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *